Archivi categoria: Primo Piano

News- Urge uno scatto d’orgoglio

Nello scorso mese di luglio la Giunta Regionale dell’Abruzzo ha approvato la nuova convenzione con l’Università di Teramo, relativa all’erogazione, da parte dell’Ospedale Veterinario Didattico dell’ateneo, di prestazioni d’emergenza, sia mediche che chirurgiche, a favore di animali d’affezione senza proprietario rinvenuti sul territorio regionale. A fronte di tale accordo, di durata triennale, l’Università riceverà dalla Regione Abruzzo un contributo annuo di 100.000 euro!

Come era già avvenuto nel 2009  (la convenzione allora prevedeva un contributo annuo di 84.000 euro), le centinaia di strutture veterinarie private presenti sul territorio regionale sono state di fatto nuovamente escluse da questa operazione.

Al di là delle evidenti debolezze che sono alla base di un simile finanziamento (l’Ospedale Veterinario Didattico non è una struttura che opera all’interno del SSN; il pronto soccorso ha un significato ben preciso e pensare che l’Ospedale Didattico possa erogare prestazioni di emergenza a favore di animali che abbiano subìto un trauma a 200 km di distanza appare abbastanza fantasioso; etc..), è il “silenzio” dei titolari delle strutture veterinarie private che lascia perplessi.

Nel settembre 2015 l’Ordine di Pescara, al fine di ricompattare l’intera categoria e recuperare quell’autorevolezza smarrita nel corso degli anni, aveva promosso un incontro con le varie espressioni della professione (Ordini Medici Veterinari abruzzesi, Istituto Zooprofilattico, Sindacato, Università, Anmvi, Servizio Veterinario Regionale).

All’ordine del giorno, oltre all’istituzione del registro dei tumori animali, al piano di sorveglianza nei confronti della Leishmaniosi, c’era il progetto di un pronto soccorso garantito in prima battuta dalle strutture veterinarie private presenti sul territorio regionale ed in seconda battuta, per le prestazioni di alta specializzazione, dall’Ospedale Veterinario Didattico dell’ateneo teramano, con l’obiettivo da un lato di assicurare prontamente l’assistenza agli animali traumatizzati rinvenuti sul territorio, dall’altro di fornire all’Università la casistica utile per la didattica.

Urge uno scatto di orgoglio e di impegno dell’intera categoria. Da troppo tempo si assiste ad una scarsa partecipazione da parte degli iscritti e  Presidenti  e Ordini si ritrovano spesso “soli” nella gestione di situazioni che ledono la categoria e che rappresentano dei veri e propri attacchi alla nostra professione, salvo poi ritrovarsi accusati di  dalla stessa professione assente dal dibattito che la riguarda.

Incontro su “Position paper farmaco veterinario” Pescara 26 giugno 2016

Gli ordini dei Medici veterinari delle quattro province abruzzesi hanno organizzato per la giornata di Domenica 26 giugno, dalle ore 9.30 alle ore 11.30, presso la Sala Camplone della Camera di Commercio di Pescara, un incontro sul farmaco veterinario, rivolto ai medici veterinari che operano nel settore  degli animali d’affezione.

L’evento, che vedrà la partecipazione della Dott.ssa Eva Rigonat in rappresentanza della FNOVI,  si pone l’obiettivo da un lato di divulgare il “position paper sul farmaco veterinario” elaborato dalla Federazione Nazionale, dall’altro di stimolare gli stakeholder ed in particolare la politica ad individuare e sostenere nelle sedi preposte una possibile soluzione al problema.

Attività Ordinistica

L’Ordine Provinciale ha inviato una lettera al Direttore Generale della ASL di Pescara al fine di illustrare le criticità rilevate nella Sanità Pubblica Veterinaria della ASL in questione e sollecitare un intervento urgente.
Inoltre ha inviato all’Assessore alla Sanità della Regione Abruzzo una proposta di protocollo di intesa tra Regione, Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise, Facoltà di Medicina Veterinaria di Teramo, Ordini Provinciali del Medici Veterinari, SiVEMP Abruzzo e ANMVI Abruzzo per l’attivazione del registro tumori animali.

Nella sezione riservata agli iscritti notizie dettagliate.